Pranzi e cene delle Feste

Hai bisogno di uno spunto per il tuo menu delle feste? Ecco una selezione di vini da abbinare a piatti tradizionali (e non) di Natale e Capodanno.

Antipasti

Favorita da abbinare a piatti delicati

Bianco secco dal colore giallo paglierino e dal profumo floreale. Il sapore fresco e la struttura delicata di questo vino accompagnano con eleganza piatti dal gusto raffinato. Perfette le ricette a base di verdura e carni bianche:

vitel tonné

crema di topinambur

pinzimonio di verdure

Dolcetto e Dogliani da abbinare a piatti dal sapore più deciso o a base di carne

Stesso vitigno, ma terroir differente per questi due vini dal colore rosso rubino tendente al violaceo e dal bouquet intenso con note di frutti rossi. Il gusto è fruttato, secco e poco acido, per questo ti consigliamo di abbinarli a piatti semplici a base di carne o a gusti piuttosto neutri:

☞ carne cruda all’albese con tartufo bianco

☞ manzo affumicato con crema al Gorgonzola

☞ flan di cardi con bagna caoda

☞ fonduta con tartufo bianco

Primi

Barbera da abbinare a piatti piuttosto grassi

Rosso rubino, profumo fruttato e struzzicante. La Barbera al palato si presenta piuttosto acidula, ma resta un vino di buona armonia, con note che ricordano mora, prugna e ciliegia. Abbinala a piatti grassi, donerà armonia al palato:

☞ agnolotti al sugo di arrosto

☞ gnocchi al Castelmagno

☞ minestrone di ceci e costine

☞ lasagne

Secondi

Nebbiolo da abbinare a secondi piatti di carne non troppo intensi

Barolo e Barbaresco da abbinare a piatti importanti

Parenti stretti del Nebbiolo, sono due rossi di grande complessità caratterizzati da un gusto caldo, avvolgente e delicatamente tannico. Barolo e Barbaresco si sposano perfettamente con piatti di carne elaborati e con la selvaggina:

☞ brasato al Barolo con polenta

☞ cotechino e lenticchie

☞ lepre al civet

☞ petto d’anatra brasato al Barolo

Dolci

Moscato con il dessert

Vino aromatico dolce di colore giallo paglierino dorato. Al naso è fruttato, con sentori di miele, fiori bianchi di acacia e frutti maturi. In bocca è aromatico, dolce e gradevole, ma non manca la freschezza data dall’effervescenza. Servilo a 6° C, con:

☞ panettone

☞ pandoro

☞ torta di nocciole con lo zabaione

☞ monte bianco

☞ bunet

☞ panna cotta

Passito a fine pasto: come digestivo o accompagnato da frutta secca

Confezioni miste

Da portare in tavola o mettere sotto l’albero!